Alfa Romeo 75 Turbo in vendita - Passione Classica
Alfa Romeo 75 1.8 I.E. Turbo Quadrifoglio Verde in vendita - Passione Classica

ALFA ROMEO 75 1.8 I.E. TURBO QUADRIFOGLIO VERDE

Solo per veri Alfisti

ANNO: 1991

La mia Alfa Romeo 75 1.8 Turbo Quadrifoglio Verde è divertente ed entusiasma sin da subito: guidarla è un vero spasso, anche se il suo limite va ricercato solo da piloti in grado di domare 165cv puri e senza controlli elettronici.
La 1,8 Turbo fu rivista da Alfa Romeo nell’assetto (barre, molle, ammortizzatori) e questo si sente al confronto con le sorelle meno potenti; il feeling con la strada, merito anche della seduta davvero molto bassa, è eccellente. Il turbo però non si fa pregare e quando inizia a spingere è bene assicurarsi di impugnare il volante correttamente e di prestare attenzione per evitare inaspettati sovrasterzi: sull’asciutto e, ovviamente, ancor di più sul bagnato.

A volte le aziende, proprio nei momenti più difficili, riescono a far nascere prodotti di grande successo.
Fu il caso di Alfa Romeo che, nel mezzo di un periodo di grandi ristrettezze economiche, diede vita alla sostituta della Giulietta, ormai superata e prossima alla pensione.
Nel 1985 nacque così Alfa Romeo 75.
Questa vettura venne accolta subito molto bene dagli appassionati del marchio, nonostante rappresentasse un punto di svolta non indifferente, specie nello stile. Il suo disegno infatti era molto moderno, sia per quanto riguarda la linea a cuneo, più marcata rispetto al modello precedente ed evidenziata dai fascioni laterali, sia per i gruppi ottici trapezoidali, che aggiungevano al look corsaiolo uno straordinario dinamismo.
Le novità in fondo erano tutte lì, o quasi. Sì, perché la 75, proprio a causa delle sopra citate difficoltà, riprendeva meccanica e corpo vettura dalla Giulietta (e la Giulietta dall’Alfetta); gli aggiornamenti, di conseguenza, erano limitati alle sole parti esterne della carrozzeria.

SQUADRA CHE VINCE…
Confermato quindi l’intero schema meccanico che, sebbene vecchio di 20 anni, garantiva una guidabilità degna di nota: motore longitudinale, trazione posteriore, sospensioni anteriori a quadrilateri e posteriori a ponte de Dion.
(Amo ricordare che, per una migliore ripartizione dei pesi, i freni erano entrobordo, cioè montati subito dopo il differenziale).
Grazie a queste caratteristiche l’Alfa 75 confermò la sua vocazione sportiva, declinata in svariate motorizzazioni: dalla 1.6 benzina, passando per le gasolio 2.0 e 2.4, per arrivare alle 1.8 turbo e 3.0 v6.

  • POSTI: 5
  • LUNGHEZZA: 4420 mm
  • LARGHEZZA: 1660 mm
  • ALTEZZA: 1400 mm
  • PASSO: 2510 mm
  • POTENZA: 165cv a 5.800 giri/min.
  • VELOCITÀ MASSIMA DICHIARATA: 212 km/h
  • ACCELERAZIONE 0 – 100 km/h: 7,6s
  • POSIZIONE DEL MOTORE: anteriore, longitudinale
  • CILINDRATA: 1.779cc
  • NUMERO DEI CILINDRI: 4 in linea
  • TIPO CARBURANTE: Benzina
  • TRAZIONE: Posteriore
  • PESO: 1310 kg
  • ANNO DI IMMATRICOLAZIONE: 1991
€ 20.500,00

La miaAlfa Romeo 75 1.8 Turbo Quadrifoglio Verde – Da collezione

La 75 di Passione Classica è una seconda serie (1988-1993) 1.8 I.E. Turbo benzina Quadrifoglio Verde, di colore nero, con 98.000 km circa all’attivo, dotata di “Certificato Di Origine Alfa Romeo” che ne attesta l’autenticità.
Una vera chicca che non ho potuto lasciarmi sfuggire (non è così semplice trovare degli esemplari in buono stato), soprattutto per le sue condizioni impeccabili. Recentemente ho eseguito un tagliando completo ed una lucidatura della carrozzeria, per togliere alcune sgradevoli opacità e restituire a questa berlina sportiva lo splendore originale. Gli interni, in velluto spigato, sono, in alcune parti, ancora avvolti dal nylon della casa madre. Il portatarga è della concessionaria che la consegnò nel 1991.

La mia Alfa Romeo 75 1.8 Turbo Quadrifoglio Verde – Da collezione

La 75 di Passione Classica è una seconda serie (1988-1993) 1.8 I.E. Turbo benzina Quadrifoglio Verde, di colore nero, con 98.000 km circa all’attivo, dotata di “Certificato Di Origine Alfa Romeo” che ne attesta l’autenticità.
Una vera chicca che non ho potuto lasciarmi sfuggire (non è così semplice trovare degli esemplari in buono stato), soprattutto per le sue condizioni impeccabili. Recentemente ho eseguito un tagliando completo ed una lucidatura della carrozzeria, per togliere alcune sgradevoli opacità e restituire a questa berlina sportiva lo splendore originale. Gli interni, in velluto spigato, sono, in alcune parti, ancora avvolti dal nylon della casa madre. Il portatarga è della concessionaria che la consegnò nel 1991.

La mia Alfa Romeo 75 1.8 I.E. Turbo Quadrifoglio Verde: una vera chicca che non ho potuto lasciarmi sfuggire, soprattutto per le sue condizioni impeccabili. Gli interni, in velluto spigato, sono, in alcune parti, ancora avvolti dal nylon della casa madre.

IN BILICO TRA DUE DECENNI - L'accompagnamento

La 75 fu protagonista da metà anni ’80 fino a metà anni ’90; fu infatti richiestissima ben dopo la fine della sua produzione (nel 1993), poiché la 155, sua sostituta, venne aspramente criticata dagli appassionati a causa della trazione anteriore, che restò sulle Alfa fino al 2016 (nascita di Giulia).
Per questo ho scelto una canzone a metà tra due decenni musicalmente molto diversi.
Proprio il 4 Ottobre del 1990, lo stesso giorno in cui la 75 di Passione Classica venne prodotta, fu pubblicato il singolo “’Ive Been Thinking About You” Dei Londonbeat.

GUARDIA E LADRI

Tralasciando il lungo spot pubblicitario girato a Cinecittà, intitolato “Alfa 75 Superstar” (da vedere assolutamente), l’immagine di quest’auto è legata ai numerosissimi inseguimenti nei film polizieschi (Operazione Odissea, Anni ’90, Scuola di Ladri, la Piovra…), in cui la si vede scappare dalle forze dell’ordine o, come auto dei Carabinieri e della Polizia, intenta a rincorrere i criminali in un tripudio di sovrasterzi e testacoda.
Proprio nella pellicola “Piedipiatti” del 1991, la 75 è guidata da un simpatico Renato Pozzetto, lanciata in un improbabile inseguimento.

Sei interessato alla mia Alfa Romeo 75 1.8 I.E. Turbo Quadrifoglio Verde? Scrivimi ora!