LANCIA THEMA LIMOUSINE

Oggetto di culto

ANNO: 1988

La vettura di questa pagina non è solo una versione a passo lungo della celeberrima Thema, ma un esempio tutto italiano di come si possano costruire macchine destinate a durare nel tempo, lontane dalle moderne logiche commerciali “usa e getta”. Con questa versione Lancia Thema cristallizzò la sua reputazione di auto di lusso, contribuendo così a generare un marchio nel marchio.

Prodotta solo su richiesta, la Lancia Thema Limousine, vantava finiture particolarmente curate ed assemblaggi di altissimo livello.

Figlia del progetto “Tipo 4” (Thema, Croma e Saab 9000) La Thema “Limo”,nata con la prima serie nel 1987, fu prodotta solo su ordinazione ed assemblata nello stabilimento di Borgo San Paolo, assieme alla Thema 8:32, secondo standard di qualità molto elevati, diversi da quelli utilizzati per il resto della gamma.

La motorizzazione riservata alla Thema L.“serie1” era il 2,8l PRV (Peugeot,Renault,Volvo), con 6 cilindri a V  (le prime riportavano la scritta “6V”, successivamente “V6”) e 150cv di potenza.Non un fulmine in termini di prestazioni, ma sufficientemente affidabile e con una buona coppia motrice.Del resto, da una vettura di rappresentanza, non si pretendevano scatti brucianti o velocità di punta da primato, ma una buona fluidità di marcia.

La differenza più evidente di questa Lancia Thema Limousine rispetto alla berlina da cui derivava era principalmente nella finestra centrale, in quei 30cm in più, che regalavano spazio agli occupanti dei sedili posteriori.

Tuttavia nell’87 furono adottati altri accorgimenti per far fronte alle esigenze della clientela VIP (target a cui evidentemente si mirava); mi riferisco,ad esempio, alle sospensoni rinforzate e tarate ad hoc,all’ impianto di raffreddamento potenziato e ai cerchi da 15’’ della versione blindata .Inoltre, come anticipato, vi erano degli standard di assemblaggio e finitura dedicati solo a questa versione.La clientela di questa Lancia limousine era composta principalmente da industriali, politici e personalità di spicco in genere, tra i quali ricordiamo l’Avv. Gianni Agnelli, il Pres. Cossiga e la cantante Madonna, solo per citarne alcuni.

La numerazione del telaio partiva da “102000” , ma non è stata sempre regolare.Le Lancia Thema Limousine prodotte furono 27, di cui 19 circa appartenenti alla prima serie.

  • NUMERO POSTI: 5
  • LUNGHEZZA: 489cm
  • LARGHEZZA: 176cm
  • ALTEZZA: 143cm
  • PESO: 1380kg
  • MOTORE: PRV
  • TRAZIONE: anteriore
  • CILINDRATA: 2849cc
  • POTENZA: 150cv
  • ALIMENTAZIONE: Benzina
  • CAMBIO: Manuale
  • VELOCITÀ MAX: 209 km/h
On crystal-auction.com

UN’ICONA IN ABITO LUNGO-LA MIA THEMA LIMOUSINE

Elegante e fiera , valorizzata dal diplomatico “Blu Lancia”, La Thema Limousine non potrebbe essere,a mio avviso, di altro colore. Resa ancor più importante dalla targa originale Torino (TO), questa “limo” fu costruita indicativamente nel Maggio 1987, come confermato da una certificazione (in mio possesso) dell’archivio Lancia, ed usata da Fiat Auto, probabilmente con targa prova, a scopo promozionale o per accompagnare i dirigenti aziendali nei loro spostamenti.L’immatricolazione è del 10/05/1988.Ad oggi questa vettura ha percorso circa 11.000km: dato più che realistico, se si osservano le eccellenti condizioni di conservazione.

Una volta entrati nell’abitacolo, i sontuosi sedili in pelle Poltrona Frau accolgono il passeggero come sul divano di un salotto, in un ambiente dove tutto è elegante, raffinato e razionale, senza risultare eccessivo o kitsch, proprio come sulle migliori berline di rappresentanza dei giorni nostri.

Ho trovato questa Thema da un collezionista che l’ha conservata in modo maniacale e mi ha fornito alcuni ricambi di scorta, oltre al telo copriauto marchiato Lancia.Sono stati eseguiti un controllo generale comprensivo di cambio olio ed un trattamento specifico per la pelle che, nell’abitacolo di quest’auto ,riveste ogni piccolo pannello.

ALLA GUIDA: UN’AGILE BERLINA

Alla guida la Thema Limousine di Passione Classica non risente affatto dei suoi 30 anni ; sul misto veloce quasi tradisce la sua vocazione, dimostrandosi agile e ,in un certo senso, anche divertente da guidare.Ecco perché , a mio avviso, non si tratta di una storica da lasciare in garage a completamento di una collezione, ma di un pezzo di storia italiana da guidare, magari in occasioni particolari , con particolare orgoglio.

Recentemente Il registro Lancia mi ha inviato il “Certificato di Origine”, al fine di attestare l’ autenticità di questo vero e proprio oggetto di culto, che sembra custodire, nel suo abitacolo, l’eco di importanti segreti industriali e di serrate trattative politiche.

Salite a bordo quindi: non prima di esservi procurati una credibile erre moscia ed un orologio d’oro da indossare , quest’ultimo, rigorosamente sul polsino.ça va sans dire…

UN’ICONA IN ABITO LUNGO-LA MIA THEMA LIMOUSINE

Elegante e fiera , valorizzata dal diplomatico “Blu Lancia”, La Thema Limousine non potrebbe essere,a mio avviso, di altro colore. Resa ancor più importante dalla targa originale Torino (TO), questa “limo” fu costruita indicativamente nel Maggio 1987, come confermato da una certificazione (in mio possesso) dell’archivio Lancia , ed usata da Fiat Auto, probabilmente con targa prova, a scopo promozionale o per accompagnare i dirigenti aziendali nei loro spostamenti.L’immatricolazione è del 10/05/1988.Ad oggi questa vettura ha percorso circa 11.000km: dato più che realistico, se si osservano le eccellenti condizioni di conservazione.

Una volta entrati nell’abitacolo, i sontuosi sedili in pelle Poltrona Frau accolgono il passeggero come sul divano di un salotto, in un ambiente dove tutto è elegante, raffinato e razionale, senza risultare eccessivo o kitsch, proprio come sulle migliori berline di rappresentanza dei giorni nostri.

Ho trovato questa Thema da un collezionista che l’ha conservata in modo maniacale e mi ha fornito alcuni ricambi di scorta, oltre al telo copriauto marchiato Lancia.Sono stati eseguiti un controllo generale comprensivo di cambio olio ed un trattamento specifico per la pelle che, nell’abitacolo di quest’auto ,riveste ogni piccolo pannello.

ALLA GUIDA: UN’AGILE BERLINA

Alla guida la Thema Limousine di Passione Classica non risente affatto dei suoi 30 anni e, anche sul misto veloce, quasi tradisce la sua vocazione, dimostrandosi agile e ,in un certo senso, anche divertente da guidare. Ecco perché , a mio avviso, non si tratta di una storica da lasciare in garage a completamento di una collezione, ma di un pezzo di storia italiana da guidare, magari in occasioni particolari e, aggiungo, con particolare orgoglio.

Recentemente Il registro Lancia mi ha inviato il “Certificato di Origine”, al fine di attestare l’ autenticità di questo vero e proprio oggetto di culto, che sembra custodire, nel suo abitacolo, l’eco di importanti segreti industriali e di serrate trattative politiche.

Salite a bordo quindi: non prima di esservi procurati una credibile erre moscia ed un orologio d’oro da indossare , quest’ultimo,rigorosamente sul polsino.ça va sans dire…

La clientela di questa Lancia Thema Limousine era composta principalmente da industriali, politici e personalità di spicco in genere, tra i quali ricordiamo l’Avv. Gianni Agnelli, il Pres. Cossiga e la cantante Madonna, solo per citarne alcuni.

L'accostamento-Atmosfere Jazz

I brani che ci ha lasciato il 1987 sono molti, alcuni divenuti veri e propri cult del mondo musicale. Ma quello che più si adatta alla Thema Limousine è “Kissing a Fool” di George Michael, singolo tratto da Faith, primo album da solista del cantante dopo la fine dell’avventura “Wham!”.

L’aria Jazz dell’arrangiamento ben si accosta all’aristocratica Thema limousine.

Immagini della rarissima Thema Limousine.

Le auto del mio garage

Sei interessato alla mia Lancia Thema Limousine? Scrivimi ora